Il respiro del uomo nero

 

Ho giocato con il fuoco,
nella solitudine del bosco.
Avida di vendetta, bramosa di potere.

« Chiamo l’uomo nero,
figlio della notte,
Nipote del destino.»

Scivola il mio sangue nel fuoco,
Mentre la mia voce,
Sussurra nella notte,
in una antica lingua dimenticata.

Chiudo gli occhi,
sento il respiro del uomo nero sulla mia pelle,
È freddo, sicuro, scorre ritmico,
Mi chiede ancora sangue.

Inebriata e incantata, dal suo respiro,
Mi perdo, nelle sue richieste.

Il mio sangue si fonde ora, con la nuda e fredda terra,
E io divento il respiro del uomo nero.

(©) ALL RIGHTS RESERVED

Pubblicato da LadySilence

I'm Storyteller. Language: English, Spanish, Italian.