Ma come eri vestita?

«Senza accorgermi, mi trovo davanti alla Questura. Appoggiata al muro del palazzo di fronte, la sto a guardare per un bel pezzo. Penso a quello che dovrei affrontare se entrassi ora… Sento le loro domande. Vedo le loro facce… i loro mezzi sorrisi… Penso e ci ripenso… Poi mi decido… Torno a casa… torno a casa… Li denuncerò doman
Franca Rame 9 Marzo 1973

 

 
Volevo solo comprare una sciarpa, aveva i cani disegnati…no agente, sono scesa a prendere il pane e il latte…e il caffé.
C’erano le solite persone, i commessi, i clienti abituali, e poi non lo so.
No agente non l’ho visto… sono entrata dentro… non so lo so… non c’ho fatto caso…
Ho salutato chi conoscevo….No agente erano donne.
Ho fatto il giro ho preso il pane, poi il caffè, perché mi sono ricordata che era finito, e il latte; poi sono andata alla cassa.
Non lo so agente non ho controllato quando tempo sono stata.
No non sono tornata a casa subito, erano giorni che pensavo a quella sciarpa.
Passeggiavo guardavo le vetrine…. non me ne sono accorta, e successo.
Cosa indossavo?
Pantaloni della tuta e felpa… no agente dovevo solo prendere il pane perché?
Non lo conoscevo non so chi e… mi ha aggredito.
Non gli ho sorriso mi preso alle spalle… avevo i pantaloni… no agente non gli ho detto nulla…
Come potevo… come dice?
No, non lo conoscevo.
Si uso internet… si certo come quasi tutti… si ho delle mie foto… no agente sono foto normali non sono foto osè… non mi hanno pagato per fare sesso… si ho baciato la mia compagna di scuola eravamo in gita non era un bacio vero… non ricordo agente avevo 17 anni…
No agente indossavo dei pantaloni… certo agente che ho reagito… agente era più forte di me… avevo paura… sì d’estate indosso una canotta… non sono un esibizionista fa caldo ad agosto…
Non lo conoscevo agente… non so chi sia… non gli ho sorriso, non ho fatto nulla di male me ne stavo per i fatti miei… volevo solo comprare una sciarpa… si una sciarpa con dei cani… che schifo no non ho mai fatto sesso con animali… non mi sono mai masturbata all’idea di far sesso con un animale… e solo una sciarpa mi piacevano i disegni…
Avevo i pantaloni della tuta dovevo solo prendere il latte.
Si indossavo gli slip agente… bianchi di cotone… no e la prima volta… non mi hanno mai stuprato prima… no agente non ho cambiato idea dopo averlo stuzzicato… io non ho fatto nulla.
Si sono sessualmente attiva… no agente non ero consenziente… no agente non lo volevo…
Prego… mi a puntato un coltello alla gola… avevo paura.. .urlava « puttana ti ammazzo »… certo agente che gli dicevo di non farlo… urlavo… non lo so se mi hanno sentito… mi ha toccato prima il seno poi mi ha abbassato i pantaloni agente… aveva un coltello puntato sulla mia gola… mi ha scaraventato a terra… c’ho provato… ma era sopra di me, mi ha picchiato agente li vede i lividi?
Si certo che ho provato a chiudere le gambe… non mi sono eccitata… si avevo gli slip… no non l’ho aiutato… io non lo volevo…
Voglio andare a casa… no agente mi hanno violentato… non me la sono cercata… ho pubblicato delle foto sul social… non sono esibizionista… avevo dei pantaloni della tuta… non me la sono cercata, non ho fatto niente… non sono un esibizionista… no agente cazzo non l’ho aspettato a gambe aperte… mi ha preso mi ha picchiato, mi ha minacciato e mi ha stuprato… era dentro di me io urlavo ma la voce non usciva… mi ribellavo ma mi ha picchiato… non mi sono arresa non avevo più la forza, volevo solo che tutto finisse alla svelta… non mi e piaciuto mi ha lacerato lo sento ancora il suo odore sulla mia pelle… voglio farmi una doccia… lo sento ancora il suo respiro sul mio corpo…
voglio andare a casa…
voglio andare a casa…
VOGLIO ANDARE A CASA…

« Si pronto… ciao… no sono rientrata adesso… no va tutto bene… no ero al pronto soccorso… no, sto bene sono inciampata, sono caduta dalla scale… solo qualche livido… ma e colpa mia e di come ero vestita…»

Copyright ©2018 È severamente vietata la copiatura intera o parziale di questa storia. È un reato. Punibile penalmente

Pubblicato da LadySilence

I'm Storyteller. Language: English, Spanish, Italian.